TikTok nel 2018 è stata l’app mobile più scaricata al mondo.

Sviluppata in Cina, ha sbaragliato la concorrenza per numero di download sia in Europa che negli Stati Uniti.

Può contare su oltre 500 milioni di utenti attivi, e secondo diversi analisti finanziari (http://theconversation.com/tiktok-the-worlds-most-valuable-startup-that-youve-never-heard-of-109302) ha un valore di 75 miliardi di dollari, rendendola la startup più importante del mondo.

Non l’avete mai sentita nominare? Probabilmente è perché i suoi utenti non erano ancora nati quando l’Italia ha vinto i mondiali nel 2006.

selfie TikTok

TikTok è un social network che permette agli utenti di realizzare e condividere brevi filmati direttamente da telefonino.

L’applicazione si ispira a Snapchat e alle Instagram Stories, e si distingue per essere semplice ed intuitiva.

Ma cosa ha determinato il suo successo planetario?

Bhe, l’intrattenimento. A differenza dei simpaticissimi filtri da applicare agli snaps, o alle stories che ci permettono di allegare un adesivo con la temperatura esatta percepita a Paderno Dugnano, TikTok fornisce ai suoi utenti, ovvero i “tokers”, un bagaglio di effetti speciali hollywoodiano. Potrete mettere il sole in una bottiglia, diventare invisibili o inviare alla vostra ex-ragazza un video in cui, finalmente, pilotate un Gundam.

Per farla breve maggiori effetti di editing permettono agli utenti di dare più sfogo alla loro creatività, e più creatività significa più divertimento.

Punti di forza

Tiktok è un semplice social network, ma si è promesso di realizzare un sogno che accomuna molti di noi. Per farlo, ha pagato un miliardo di dollari.

Facciamo ordine.

Chi non desidera una colonna sonora? Io ne ho sempre una in testa. La cavalcata delle Valchirie quando entro in ufficio. Marco Masini quando arriva una bolletta. Eccetera eccetera.

Tik Tok nasce nel 2016 in Cina dalla mente geniale di Zhang Yiming: un social network come ce ne sono tanti di video amatoriali, chiamato Douyin. Dopo un’annetto passato in sordina, la startup tech cinese svolta acquistando musical.ly, assorbendone l’imponente banca di brani musicali in streaming.

Oggi ogni utente di Tiktok può creare piccoli video musicali con le hit più famose al mondo come sottofondo, dando vita al fenomeno dei video-meme.

TikTok musicaly

Tutte queste caratteristiche hanno permesso a Tiktok di spopolare tra i giovanissimi: il maggior numero di utenti ha infatti tra gli 8 e i 14 anni.

La generazione nata dopo il 2000 è stata conquistata da questo social netwwork, che permette loro di vivere internet e la loro vita digitale in nome del divertimento, della leggerezza e dell’entertainment. Inoltre, finalmente possono registrarsi ad un social network senza il timore di ricevere un like (o peggio, un buongiornissimo caffè) dai loro genitori.

Agli sviluppatori di Tiktok va riconosciuto il merito di aver raggiunto questo target prima e meglio rispetto ai competitor, certamente più quotati.

I colossi del web resteranno a guardare? Sarà Tiktok il social network del futuro? Secondo Jimmy Fallon, che ne ha fatto un endorsement a sorpresa nel suo Tonight Show, sì.

In Italia la diffusione sarà più lenta, ma l’Inter ha già aperto il suo canale ufficiale, anticipando molti Big Brands del territorio. Quello che è certo è che i grandi social network della Silicon Valley sono rimasti spiazzati dal successo di questa App cinese: la guerra hi-tech è aperta.

TAGS:
2019 - canali social - entertainment - social media - social media trend